La voce del popolo

Idee, opinioni, proposte raccolte tra la popolazione dei Centri minori che si è ritenuto opportuno far conoscere e riportare sul sito.

REPUBBLICA ITALIANA
ACAYA LE

Il popolo, con riferimento al potere conferitogli dall’art. 1 della costituzione, decide quanto segue:
DECRETA

1 – la soppressione della camera dei deputati e l’abolizione della figura dei senatori a vita;
2 – la soppressione dell’Istituzione politica delle regioni e il ritorno delle relative
competenze allo Stato;
3 – l’affidamento dei problemi di carattere territoriale regionale al C.N.E.L., ente
costituzionale, nell’attuale composizione;
4 – la soppressione dell’Istituzione politica delle province e l’attribuzione degli attuali
poteri ai Comuni;
5 – l’istituzione dei consigli locali elettivi nei comuni con più Centri abitati e la
soppressione dei comuni con meno di 1.000 residenti ( circa 1.850 piccoli enti locali);
6 – la responsabilità personale, civile ed economica dei magistrati e dei politici per gli errori
commessi nell’esercizio delle loro funzioni;
7 – la separazione di carriera nella magistratura e il divieto assoluto di rivestire qualsiasi
incarico pubblico o privato o di essere collocato in aspettativa per l’esercizio di altra
attività;
8 – sentenze della corte costituzionale che sanciscono l’incostituzionalità di norme di legge
da approvare con un quorum dei 2/3 dei componenti:
9 – elevamento del reddito minimo di lavoro e di pensione a 1.000 € netti mensile.
10 – limiti massimi per la retribuzione mensile non superiori a 5 volte il minimo e per la
pensione a 3 volte il minimo in tutti i settori e attività;
11 – la pressione tributaria (imposte dirette ed indirette ) massima al 30 %;
12 – la vendita dei beni di proprietà degli Enti territoriali pubblici i cui incassi da destinare
esclusivamente al pagamento del debito pubblico;
13 – la decadenza da qualsiasi incarico o funzione retribuiti nel pubblico e nel privato al
compimento del settantesimo anno;
14 – l’abolizione dei vitalizi ai parlamentari (art. 3 della costituzione);
15 – soppressione della corresponsione dei premi di risultato e/o o di produzione e
sostituzione degli stessi con attestati di encomio o lode onorifici che non possono
interessare annualmente più del 1 % del personale;
16 – attribuzione di valore legale all’astensione dal voto per costringere tutte le forze
politiche a considerare le persone cittadini e non sudditi, per diminuire l’esercito di
chi fa politica per professione ed i costi della stessa.

Il popolo